Meditazione  ZAZEN

 

La pratica dello Zazen (meditazione seduta) è il cuore del Buddismo Zen.

Rimanendo immobili e in silenzio, seduti nella postura corretta (eretta, stabile, energica), si genera una respirazione naturale (calma, regolare e profonda) da cui sorge spontaneamente uno stato mentale quieto, concentrato e presente, libero da oggetti di pensiero e naturalmente benevolo.

E' in questa condizione centrale, di perfetta unità corpo-mente, che possiamo riconoscere la nostra vera natura originaria: non siamo separati da alcunchè.

 

  QUI ED ORA,  SENZA ALCUNA SEPARAZIONE ”

 

 

  •    GASHO:  Unire palmi e dita delle mani appena sotto il mento 
  •    KEKKA-FUZA:  Sedersi sul cuscino con le gambe incrociate (loto) 

      

         COME POSIZIONARSI: 

         Sedersi sulla metà del cuscino (zafu) in modo da avere la schiena ben eretta,

         quindi tutta la colonna vertebrale allungata verso l'alto. 

         Posizionare le mani: le dita della mano sinistra sovrapposte

         a quelle della destra con i pollici uniti orizzontali, premere contro l'addome.

         Spalle e braccia rilassate. Mento rientrante,  fronte alta.

         Portare lo sguardo a 45° sul pavimento senza focalizzare nulla.

         La lingua poggia sul palato. Respirazione lenta e profonda.

         Consapevolezza.

 

Stacks Image 924
Logon